Qualche cenno sull'argomento:

INTERRUPTION

Regia: Yorgos Zois

Anno: 2015

Cast: Alexandros Vardaxoglou, Sofia Kokkali, Pavlos Iordanopoulos, Hristos Karteris, Romanna Lobats, Angeliki Margeti

Nazionalità: Grecia

 

Un adattamento teatrale post-moderno di una tragedia greca classica si svolge in prestigioso teatro di Atene. Come ogni sera, il pubblico prende posto e la rappresentazione può cominciare. All’improvviso, le luci si accendono. Un gruppo di giovani vestiti di nero sale sul palco. Si intravede, tra loro, una pistola. “Ci scusiamo per l’interruzione”, dice uno di loro, invitando il pubblico dalla platea a raggiungerli sul palco, invitandoli quindi a partecipare. La rappresentazione riprende, eppure qualcosa è cambiato: vanno in scena gli stessi personaggi, ma è il pubblico che comincia a sentirsi diverso…

Trailer

Foto gallery

Titolo originale: Interruption
Nazionalità: Grecia
Anno: 2015
Durata: 110′
Genere: Drammatico
Al cinema dal: 24 aprile 2018
Regia: Yorgos Zois
Sceneggiatura: Yorgos Zois, Vasilis Kyriakopoulos
Fotografia: Yannis Kanakis
Musiche: Sylvain Chauveau
Montaggio: Yannis Chalkiadakis
Attori: Alexandros Vardaxoglou, Sofia Kokkali, Pavlos Iordanopoulos, Hristos Karteris, Romanna Lobats, Angeliki Margeti,
Produzione: Pan Entertainment, EZ Films, JDP

FESTIVAL
Mostra del Cinema di Venezia (Italia), Mumbai International Film Festival (India), Palm Springs International Film Festival (Stati Uniti), Istanbul International Film Festival (Turchia), Cyprus Film Festival (Cipro), Pula International Film Festival (Croazia), Torino Film Festival (Italia), Sarajevo Film Festival (Bosnia-Erzegovina)

PREMI
Miglior Film d’esordio – Hellenic Film Academy Awards

“Film di sfolgorante visualità e perfezione formale, con poco da spartire con l’immediatismo del cinema giovane oggi dominante. Non perdetevelo.”
Nuovo Cinema Locatelli

“Un’ambiziosa riflessione sul confronto/scontro tra arte e vita.”
Cinematografo.it

“Una riflessione sull’atto del guardare, una verifica dell’ambivalenza del rapporto arte-vita, una liquidazione definitiva del concetto di catarsi affidato all’arte.”
Indie-eye